OASI WWF NEWS

Un nuovo esemplare di cervo maschio per l’area faunistica della Riserva

Il 10 agosto un nuovo cervo maschio ha fatto il suo ingresso all’area faunistica di Campochiaro. Lo splendido esemplare dell’età di 4 anni proviene da un’analoga recinzione del Parco Nazionale d’Abruzzo,Lazio e Molise. Di seguito la fotostoria della giornata dal recinto del PNALM situato a Lecce dei Marsi(AQ), fino alla liberazione nell’area di Campochiaro.

Dall’alto in basso, da sinistra verso destra: 1 il cervo viene addormentato con una dose di narcotico dal veterinario del PNALM – 2 Analisi di rito con prelievo del sangue, controllo pressione, temperatura e battiti – 3 nel carrello – 4,5,6 arrivo a Campochiaro – 7 e 8 l’animale in buona forma prende confidenza con la nuova casa dell’area faunistica di Fonte Litania, osservato da famiglie e bambini accorsi per l’occasione.

Wolf Howling nella Riserva

Grande successo nel terzo appuntamento stagionale di Wolf Howling nel territorio dell’area protetta. Nell’occasione sono stati ascoltati diversi ululati di ritorno provenienti da giovani esemplari localizzati a circa due km dal sito prescelto per la notturna. Al buio ed in silenzio in attesa di una risposta di lupi solitari o in branco. Di seguito il Link del servizio della RAI TGR del Molise. Un esempio di turismo esperienziale sulle tracce dell’animale.

35CCACDA-03D2-4EC6-A14C-8D0C5FF72B8E


Comunicato Stampa Estate all’Oasi 2022

2022.12022.22022.32022.42022.52022.6


Api Sentinelle all’Oasi WWFApi sentinelle2022

Sul pratone dell’Area Faunistica del cervo di Campochiaro, anche quest’anno durante la stagione estiva ospitiamo alcune arnie del progetto “Api Sentinelle”.

Il progetto, Coordinato dal Dipartimento di agraria dell’Università del Molise in collaborazione con le Associazioni degli apicultori molisani, punta a realizzare una rete di biomonitoraggio con l’uso delle api attraverso la collocazione di alveari in alcuni siti molisani, per valutare lo stato di eventuale compromissione chimico-ambientale derivante dall’uso di prodotti fitosanitari e le relative situazioni di rischio per la salute umana. Fine ultimo sarà, quindi, la salvaguardia complessiva della salute dell’ambiente, la salubrità dei prodotti agroalimentari e la possibile certificazione ambientale. Sarà, inoltre, valutata mediante analisi di laboratorio, la presenza di metalli pesanti, nelle api e nei prodotti dell’alveare.


Diamo nuova vita al Castagneto di Guardiaregia – Clicca su:  https://www.wishraiser.com/la-ramegna-coop-soc


La natura dell’Oasi WWF da oggi anche su Facebook:

http://www.facebook.com/oasi.matese

Facebook Oasi G-C


NATURE NEWS

L’Orchis barliaxmascula è la 45^ orchidea censita nel territorio della Riserva.Orchis barliaxmascula


Prosegue la campagna RENATURE ITALY del WWF Italia per recuperare i boschi primari e vetusti

Link alla pagina web di campagna:http://bit.ly/RenatureItaly_

000100030005

Leggi tutto il documento: Alberi monumentali Oasi WWF Renature Italy

Il grande Albero Dis. Fulco Pratesi


Oasi WWF e perimetrazione Parco Nazionale del Matese.

In seguito alla conferenza stampa della Regione Molise tenuta sabato 25 gennaio, l’Ente gestore della Riserva ha diramato un comunicato stampa per fare chiarezza su alcune errate interpretazioni fatte dei media regionali.

26.01.2020 Comunicato stampa Oasi WWF e proposta Regione Molise perimetrazione PNM


Progetto LASPEH Bonifica Canyon Quirino da Rifiuti ingombranti.

Venerdì 24 gennaio 2020, sono stati rimossi 65 sacchi di rifiuti ingombranti costituiti da materiale ferroso e plastiche per un totale di circa 25000 litri. I rifiuti, scaricati abusivamente nel Canyon tra gli anni 70 e 90 del secolo scorso, sono stati  recuperati nell’ambito del progetto di bonifica comunitario denominato LASPEH. Per la complessità dell’operazione e la particolare orografia del tratto delle Gole del Quirino a valle dell’abitato di Guardiaregia,  è stato utilizzato un elicottero attrezzato allo scopo. 

24.01.2020 Comunicato Stampa conferenza Progetto LASPEH bonifica Canyon Quirino


 Il Canyon del Quirino presentato al VII Convegno della Federazione Speleologica del LazioCopertina Atti Speleo Lazio 2019

0140


Reintrodotte con successo due poiane nell’Oasi WWF.

Da oggi nella Riserva volano due splendide poiane recuperate presso il Centro Recupero Rapaci dei Carabinieri Forestali di Pescara. Durante l’annuale Giornata delle Oasi WWF sono state liberate due femmine; Una impallinata dai bracconieri, la seconda trovata alcuni mesi fa con un’ala fratturata. Si ringraziano inoltre il Gruppo Carabinieri Forestali di Campobasso e la Stazione dei Carabinieri Forestali di Sepino per il supporto logistico alla reintroduzione degli animali.


Avviso

Per le prenotazioni delle normali visite ed escursioni guidate nel territorio dell’Oasi WWF rivolgersi alla Guardia dell’Oasi WWF al n. 3383673035 ed alle Guide Ambientali Escursionistiche titolate che collaborano con la struttura dell’Oasi WWF telefonando al n. 3496728602. Diversamente, visite guidate non organizzate dall’Ente gestore ed effettuate da personale non appartenente al WWF, oppure escursioni condotte da guide non titolate, potrebbero risultare improvvisate, approssimative ed eventualmente attuate anche senza alcuna copertura assicurativa!